APPUNTI – 3

appunti1

Appunti   3 


«La trattativa mafia Stato? Adesso c’è anche la ‘prova vocale’: alcuni nastri registrati da Vito Ciancimino, nel suo salotto di piazza di Spagna a Roma, della conversazione con l’allora colonnello dei carabinieri del Ros Mario Mori. Oggetto: le richieste di Riina allo Stato per fermare le stragi. Ma Riina venne arrestato, tradito da quello stesso Provenzano che ne avrebbe preso poi il posto, nella seconda fase della trattativa.».  [1]


"Ciancimino ha anche detto di avere ascoltato le bobine che, secondo le sue iniziali tesi, avrebbero potuto contenere le registrazioni dei colloqui tra il padre e i carabinieri che, come il vicecomandante dei Ros Mario Mori e il capitano Giuseppe De Donno, avrebbero condotto la cosiddetta trattativa tra Stato e Mafia nel periodo delle stragi del ’92.
"In realta’ - ha spiegato Ciancimino ai magistrati - quelle cassette non contengono cio’ che mi aspettavo.
Comunque ho consegnato tutto il contenuto della cassetta di sicurezza in cui custodivo alcuni documenti di mio padre". [2]


[1] -  Da "
Le richieste di Riina nei nastri segreti di Ciancimino" di Giuseppe Lo Bianco. – Il Fatto Quotidiano -  6 novembre 2009
[2] -  Da "
CIANCIMINO, I PIZZINI DI PROVENZANO E IL CASO MAIORANA - AGI News -  21  novembre 2009